hestia

HESTIA. La dimora, cinque artiste e una divinità

curated by Maura Pozzati
Abc via Alessandrini 11, Bologna / March 21 to May 15, 2015 / Group Show

“Sabrina Muzi ha costruito un vero e proprio spazio sacro trasformando la stanza in un campo energetico-rituale che fa pensare subito ai riti dello sciamanesimo siberiano, quello che può esistere solo in mezzo a una natura che lo ispira, perché la natura è una dimensione interiore e abita le proprie immagini.
Gli autoritratti di Sabrina altro non sono che il tentativo di ristabilire un patto con la natura: per questo sull’immagine in bianco e nero dell’artista, visionaria e sciamana, germogliano semi e piante, radici e tuberi che diventano ornamenti e abbellimenti, come nelle maschere antiche. L’artista della maschera, infatti, pensa metafisicamente che ogni volto è per sempre, purché sia un volto vero ed esprima un daimon (guarda caso il titolo delle fotografie). Ma i semi, le erbe, le bucce, le foglie, le spezie ricoprono anche la grande tunica realizzata in stoffa che Sabrina ha confezionato apposta per la mostra, un oggetto dotato di poteri, uno scacciaguai da indossare e da appendere, capace di allontanare gli influssi negativi e portare fortuna.”

Maura Pozzati

[excerpt from the exhibition catalog]   

 

 

Veste“, “Accessorio”, installations – “Daimon”, photographs